...Perché noi siamo furbi!
LA CHIESA DI DIO

S. Lanfranco   23/6/2022

 

San Lanfranco Beccari Vescovo di Pavia


Etimologia: Lanfranco = paese libero, libero nel paese, dal tedesco

Emblema: Bastone pastorale

Martirologio Romano: A Pavia, san Lanfranco, vescovo, che, uomo di pace, pat molto per favorire la riconciliazione e la concordia nella citt.


Nato a Pavia da nobile famiglia nei primi decenni del sec. XII, fu consacrato vescovo della sua citt da Alessandro III (1159-1181). Amabile con i buoni, ma energico con i cattivi, pio, caritatevole e di vita esemplare, dovette lottare soprattutto contro le autorit civili locali che volevano appropriarsi di alcuni beni ecclesiastici. Per questo motivo fu costretto a lasciare Pavia e a recarsi a Roma, ove trov conforto e sostegno nel papa.
Ritornato a Pavia, stanco di lottare, si ritir nel monastero vallombrosano di S. Sepolcro (nei pressi della citt), ove mor il 23 giugno forse del 1198. Cos appare dalla lettera di Innocenzo III dell'8 agosto 1198 a Bernardo, vescovo di Faenza, con la quale gli era concesso di passare dalla sede episcopale di Faenza a quella di Pavia, come successore di Lanfranco, di buona memoria.
La prima biografia del santo, stata scritta dal suo immediato successore, Bernardo. La festa ricorre il 23 giugno.
Il santo vescovo genericamente raffigurato in abiti pontificali e in atto benedicente. Cos appare nel dipinto di Cima da Conegliano (1459-1517), nel Fitzwilliam Museum di Cambridge.


Autore:
Antonio Rimoldi